ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianSpanish

DIETA E DIVERTICOLI

QUALI ALIMENTI SI POSSONO MANGIARE QUANDO SI HANNO I DIVERTICOLI?

La domanda principale che ci si pone quando si hanno i diverticoli è “quali alimenti si possono mangiare?”.  Chi ha i diverticoli, sa che l’alimentazione è molto importante affinché non vi siano le complicanze legate alla loro presenza.

COSA SONO I DIVERTICOLI?

I diverticoli sono un’alterazione anatomica, delle estroflessioni della mucosa e sottomucosa che possono presentarsi in ogni tratto del tubo digerente, ma solitamente compaiono nel colon. Hanno una forma molto simile a delle sacche e l’obbiettivo principale dell’alimentazione è che non entri all’interno materiale che in seguito non può essere eliminato durante l’evacuazione intestinale. Le cause possono essere congenite (si hanno dalla nascita) o acquisite. Tra le cause acquisite della loro formazione vi può essere una dieta povera in fibra che favorisce un’alterata contrazione intestinale portando all’aumento della pressione intestinale e alla formazione di diverticoli. Ci sono anche elementi che predispongono alla formazione, come l’obesità, l’invecchiamento e l’assunzione di farmaci antinfiammatori.

COSA SI INTENDE PER DIVERTICOLOSI?

Per diverticolosi si intende la presenza di diverticoli nell’intestino, l’80 % dei soggetti non presentano sintomi e spesso e volentieri non sanno neanche di averli se non in seguito ad una visita di controllo. Non bisogna effettuare una terapia medica, ma bisogna seguire un regime alimentare che ne prevenga l’infiammazione.

Quando sono presenti i sintomi si parlerà di malattia diverticolare, questi sono:

  • Gonfiore addominale
  • Dolore addominale

QUALI ALIMENTI SI POSSONO MANGIARE QUANDO SI HANNO I DIVERTICOLI?

Quando si hanno i diverticoli, è importante aumentare il contenuto in fibre giornaliero (25-30 g/die) per aumentare il transito intestinale e favorire la pulizia delle “sacche”. Molto importante è anche bere molta acqua, 1 e ½ al giorno rende le feci più morbide, e masticare lentamente. L’obbiettivo principale della dieta, è la prevenzione dell’infiammazione dei diverticoli.

Gli alimenti che si possono mangiare quando si hanno i diverticoli, sono:

  • Le fibre insolubili, aumentano la peristalsi intestinale, si trovano nelle verdure e nei prodotti integrali come pasta e pane integrale. Bisogna preferire in particolare le verdure che trattengono maggiormente acqua, quindi radicchio, sedano, carote, zucchine, lattuga e cipolle.
  • Le fibre solubili, formano un gel rendendo le feci più morbide, si trovano nei legumi. Questi ultimi è preferibile mangiarli decorticati, riducendo così la formazione di aria addominale.
  • La frutta secca, in particolare le mandorle, ricchi in fibre sia solubili, sia insolubili.
  • La crusca, ricca di fibre solubili, può essere assunta tramite cereali come farro, orzo, segale ed avena.
  • Frutta, preferibilmente con la buccia se commestibile e ben lavata, apporta un maggiore contenuto in fibre.

QUALI SONO GLI ALIMENTI CHE NON SI POSSONO MANGIARE QUANDO SI HANNO I DIVERTICOLI?

Gli alimenti che non si possono mangiare quando si hanno i diverticoli sono:

  • Verdure filamentose, come i carciofi, fagiolini e finocchi.
  • La cioccolata, favorisce il rilascio di istamina che porta ad un processo infiammatorio, ed il cacao.
  • Le bevande gasate, aumentando il gas addominale possono favorire la rottura dei diverticoli.
  • Caffè e tè, contengono nervini che irritano la mucosa intestinale.
  • Alcolici e superalcolici, anche essi irritano la parete intestinale
  • Spezie piccanti, come peperoncino, curry, pepe.
  • Carboidrati semplici contenuti in dolci, in particolare quelli industriali e nei succhi ricchi di zuccheri aggiunti.
  • Frittura e alimenti con un alto contenuto in grassi saturi.

A tal proposito bisogna sfatare un’antica credenza secondo cui tra gli alimenti che non si possono mangiare quando si hanno i diverticoli, ci sono la frutta e verdura contenenti i semi. Uno studio effettuato nel 2008 negli Stati Uniti come parte del Health Professionals Follow-up Study ha smentito la correlazione tra questi alimenti e i diverticoli infiammati.

COSA SI INTENDE PER DIVERTICOLITE?

Per diverticolite si intende l’infiammazione dei diverticoli, la terapia è prettamente medica. I sintomi principali sono:

  • Intenso dolore addominale
  • Febbre
  • Meteorismo
  • Alterazione dell’alvo con diarrea o stitichezza

L’approccio dietetico è differente rispetto alla diverticolosi, bisogna eliminare, oltre gli alimenti sopracitati in precedenza per la semplice presenza dei diverticoli, anche le fibre, poiché aumentano il lavoro da parte dell’intestino, il quale deve essere totalmente a riposo. Bisogna evitare anche gli alimenti contenenti lattosio se si hanno molte scariche diarroiche durante il giorno. Nell’intestino ci sono degli orletti a spazzola dove risiede la lattasi, l’enzima che si occupa della digestione del lattosio, se aumentano le scariche diarroiche giornaliere, c’è il rischio che venga eliminato con le feci, quindi si acquisisce un’intolleranza al lattosio.

 Gli alimenti che si possono mangiare quando si hanno i diverticoli infiammati sono riso o crema di riso, pane bianco tostato, carote, verdure centrifugate senza filamenti, parmigiano reggiano, carne bianca e pesce azzurro tagliati in piccoli pezzettini o frullati.

 La dieta deve essere preferibilmente liquida o semiliquida e deve essere seguita per un periodo di tempo limitato e sotto stretto controllo del medico competente.

Presso il Centro Specialistico San Martino di Vergiate in collaborazione con il

Dott.ssa Ivana TOLOMEO  - Dietista

vengono svolte le visite e le indagini necessarie per studiare il piano alimentare più corretto per le patologie riscontrate.

Se desideri ulteriori informazioni oppure prenotare una prima visita dietistica presso il Centro Specialistico San Martino

scrivici subito cervicale vergiate varese

sarai ricontattato entro 24 ore da un nostro responsabile di servizio oppure

CHIAMA al  0331948033

Al Centro Specialistico San Martino sito a Vergiate (Varese), raccordo tra i principali ospedali della provincia (Gallarate, Varese, Angera, Cittiglio, Busto Arsizio, Arona, Novara, Biella, Vercelli), facilmente accessibile dall'autostrada A8 Milano Laghi uscita Sesto Calende/Vergiate e a 15 Km dall'aeroporto di Milano Malpensa, è attivo il servizio di DIETISTICA. La struttura sita al piano terra, è dotata di ampio parcheggio.

LA SALUTE È UN BENE PREZIOSO A CUI NESSUNO DEVE RINUNCIARE

Le informazioni sopra riportate non sostituiscono il parere del Medico.

Nessun commento ancora

Lascia un commento